L'olio extra vergine d'oliva ha una scadenza?

 Quando scade l’olio?

Per non sbagliare, comprate l'olio nuovo ogni anno.

L'olio, come abbiamo già spiegato contiene molti conservanti naturali che ne fanno anche uno dei prodotti più genuini in commercio. La composizione 100% olio extravergine d'oliva è senza dubbio l'unica da accettare per qualsiasi uso commestibile se ne voglia fare. L'olio non scade quindi, ma lentamente si ossida. Conservarlo in maniera ottimale ne rallenta l'ossidazione, ad ogni modo superati i 18 -20 mesi l'olio che avete acquistato non avrà più tutte le proprietà organolettiche che ne fanno un elisir di lunga vita, come lo conosciamo. Mentre per dichiararlo definitivamente passé dovremo aspettare che sia rancido, ovvero quando il suo colore tende al giallo-rossastro, quindi più simile al rame che all'oro e il suo profumo caratteristico non sarà più così intenso. In realtà utilizzando un buon olio d'oliva ogni giorno, ne consumeremo abbastanza da poterlo comprare fresco ogni annata. E questa è senza dubbio la pratica migliore. Acquistate quindi la giusta quantità di olio ogni anno e rinnovate le vostra scorte ogni anno, così non dovrete mai preoccuparvi della scadenza dell'olio extravergine d'oliva. 

 


Condividi questo post


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati